Estranei: amore e solitudine nel nuovo film di Andrew Haigh

13 Novembre 2023
Cr. to Film4 Productions, Blueprint Pictures e Searchlight Pictures

Dopo sei anni dal suo ultimo film (Charley Thompson) Andrew Haigh torna a stupire il pubblico con Estranei (All of Us Strangers) presentato in anteprima alla Festa del cinema di Roma nella sezione Alice nella città il 29 ottobre 2023. Prodotto da Film4 Productions e Blueprint Pictures il film sarà distribuito da Searchlight Pictures e uscirà al cinema nei primi mesi del 2024.

Liberamente ispirato all’omonimo romanzo Strangers (1987) di Yamada Taichi, ancora inedito in Italia, il film racconta la storia di Adam (Andrew Scott), uno sceneggiatore che si trova in un momento di blocco e che vive in un grattacielo desolato poco fuori Londra. Una notte l’uomo riceve una visita inaspettata dall’unico altro componente del palazzo, Harry (Paul Mescal); da questo momento i due inizieranno a frequentarsi e a trovare riparo l’uno nell’altro dalla solitudine della vita e dal dolore del passato.

Già dal trailer e dalla consapevolezza che è tratto da un romanzo giapponese si doveva intuire la natura onirica e fantastica del film, complice anche la fotografia di Jamie D. Ramsay che rende l’atmosfera ancora più surreale. Un racconto che non è quello che ci si aspetta. Una storia d’amore sì ma che non ha però come fulcro centrale solo la relazione che si sviluppa tra i due. Infatti, la loro storia è più che altro il punto d’avvio di un approfondimento sulla solitudine e il dolore che caratterizza ogni essere umano. 

Adam è un uomo solo che convive con il trauma mai affrontato della perdita dei genitori, scomparsi quando lui era ancora un bambino, e tutto questo lo porta a creare una realtà alternativa dove il padre e la madre sono ancora vivi nonostante siano rimasti bloccati all’età che avevano prima di morire. Questo è il solo modo che trova per viverli e per dire loro quello che non ha mai potuto dire quando erano ancora in vita. 

Proprio nella relazione che ha con i genitori -interpretati dai bravissimi Claire Foy e Jamie Bell– si snoda la parte più bella ed emozionante del film, in cui vengono a galla tutte le confessioni e i problemi che Adam aveva e di cui non ha mai parlato per paura che non lo capissero e che non lo accettassero.

Da sinistra Jamie Bell, Andrew Scott e Claire Foy. Cr. to Film4 Productions, Blueprint Pictures e Searchlight Pictures

Estranei è una storia delicata e profonda che emoziona e arriva a colpire lo spettatore per i temi trattati soprattutto grazie alle incredibili interpretazioni di Andrew Scott e Paul Mescal. I due, infatti, portano in vita personaggi pieni di dolore che non sanno più affrontare la vita da soli. Due uomini diversi e complessi; uno bloccato in un passato da cui non riesce a districarsi e l’altro in preda alle dipendenze scaturite dal non avere nulla e nessuno vicino che possa aiutarlo. 

L’unica pecca del film arriva, purtroppo, nel finale che va a perdere e a confondere lo spettatore. Un finale aperto che si dimostra disponibile a interpretazioni varie per cercare di trovare un senso a quello che si è visto ma che proprio per questo non ha l’impatto emotivo che ci si aspettava.

Nonostante tutto, Estranei rimane una storia sensibile e dolorosa nel suo denudare il concetto di solitudine che condiziona irrevocabilmente l’uomo. Una solitudine non solo fisica ma anche mentale, la solitudine a cui si è costretti quando qualcuno che ami non ti comprende o non conosce una parte di te (lo stesso Harry a un certo punto del film rivela ad Adam di essersi sempre sentito un estraneo nella sua stessa famiglia) o la solitudine che scaturisce dal sentirsi diversi rispetto al resto del mondo.  

Un viaggio all’interno di un animo fragile che rappresenta fin troppo bene la solitudine di ogni essere umano in questa società dove all’apparenza siamo circondati da persone e cose ma in cui alla fine siamo tutti fondamentalmente soli. 

Qui il trailer del film: https://www.youtube.com/watch?v=5SRlf_pIHwI

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Non perdere

IF – Gli amici immaginari e il tornare bambini

Nel panorama cinematografico internazionale John Krasinski è una delle tante