L’umile pagella musicale del venerdì

Cari lettori/ascoltatori, eccoci ad un nuovo venerdì e di conseguenza benvenuti alla nostra umilissima (ma schiettissima) pagella musicale del venerdì. Il rito è lo stesso, nella mezzanotte tra il giovedì ed il venerdì escono i nuovi brani della settimana.

Non perdiamoci in ciance e iniziamo subito!

Quest’oggi voglio fare un’eccezione includendo un’uscita del giovedì. Sto parlando di Squali, il nuovo singolo di Carrese ft. Gemello. Carrese, giovane cantautrice campana, ci dedica un sacco di (belle) lacrime. Questo nuovo singolo, in cui è accompagna da Gemello, ci regala qualche carezza malinconica. Si merita un bell’8/10.

Entriamo nella pagella reale del venerdì.

7,5/10 Ti Pretendo XXX – Raf, Guè, North of Loreto È davvero Raf quello che le mie giovani orecchie sentono!? Recuperato direttamente dagli anni 80, ora capito perchè le nostre madri si innamoravano di lui. Un bel duetto che fa cantare al primo ascolto ”Tiiiiiii pretendooooo”. Guè rende il tutto più contemporaneo. Una leggera canzone primaverile (anche se siamo prossimi all’autunno).

7/10 To Meet You – Anton Sconosciuto Questo singolo d’esordio del progetto musicale Anton Sconosciuto è quella canzone di cui abbiamo bisogno tutti quando siamo tristi, malinconici, insomma, vuol farci proprio piangere. Bell’arrangiamento, il primo passo verso un nuovo percorso. Io non vedo l’ora di essere triste per straziarmi. In bocca al lupo!

6/10 E tu fai – Luchino Luce Abbiamo un po’ esagerato col distorsore della voce. Sembra un tuffo nel passo con Dj Matrix quando cantava La Tipica Ragazza Italiana. Wish Wish ricorda lo Eskere della DPG. Non lo so. Mi lascia molto dubbiosa. Voi che ne pensate?

7/10 Vita su Marte – Marlene Kuntz Dopo anni di silenzio tornano con un nuovo singolo. Diciamocelo, ci serviva un po’ di rock alternativo italiano. Se non li conoscevi ti consigliamo di andar a sentire qualcosa dalla loro discografia!

7/10 Giro di Notte – Sethu Frange alla Spock, base un poco drum&bass, vocalizzi alla Blanco. Prodotto dal gemello Jiz, il brano è un buon equilibrio tra malinconia ed euforia, duro e morbido contemporaneamente.

6,5/10 occhi grandi grandi – Francesca Michielin Una miscela di riff nu metal ed elementi elettronici. Non odiatemi, ma da grandi artisti mi aspetto grandi cose. Questo brano ha qualcosa di interessante, ma non troppo. Poniamo le sue speranze nel prossimo progetto discografico.

7/10 Direct – Baby Sosa Ma UAO! Non capisco se sto sentendo parole italiane, francesi o spagnole. E questa confusione mi lascia incastrata in questo brano. Una drill banger che unisce barre di diverse dimensioni e origini.

7/10 Mono – Nox Un giovanissimo artista, classe 2002, che racconta la sua versione dell’amore. Posso dirvi? Un singolo fresco e giovane.

8/10 La Vita Splendida – Tiziano Ferro Un inno alla vita scritto e firmato da Brunori SAS, Dimartino, e lo stesso Tiziano Ferro. Un dialogo con una cara amica che ti accompagna negli anni. Una dolce carezza. Il ritorno in grande stile che ci aspettavamo.

7/10 Hai ragione tu – Bruno Belissimo – La gente che ti circonda. Così racchiuderei questo singolo. Musicalità leggera, accondiscendente ritornello. C’ho ragione io!

7,5/10 Il fumo uccide – Camilla Magli Un brano scritto a quattro mani. Le prima quelle di Camilla, le seconde quelle di (nientepocodimenoche) Mamhood. Un nuovo capitolo urban pop per l’artista. Intimo e delicato.

7,5/10 La stessa parte della luna – Emma Nolde Brano scritto dalla Marrone e prodotto da Motta. Un amore pesante come un petalo di rosa, lontano dalla Terra alla Luna. Troppo lontano. Ma del resto, la Luna è quella cosa che abbiamo tutti in comune, sotto lo stesso cielo.

6,5/10 Senza Emotions – Vale pain Dopo i successi che li hanno fatti spopolare su TikTok, tornano Vale pain e ANNA (quella del Bando sopra il bendo, sì). Il punto di riflessione a questo giro sono gli effetti collaterali del successo.

6,5/10 Giorni nel blocco – Drefgold No, non è Manu Chao quello che state ascoltando. L’idea è stata quella di riprendere una canzone come Bongo Bong che per l’artista rappresenta la sua città, Bologna, con le sue ideologie e i suoi pensieri. Io sono sempre molto dubbiosa sull’inserimento di brani famosi nelle canzoni nuove; quest’ultime (nel mio umilissimo parere) non verrano mai ricordate.

7/10 LIA – Edda Primo brano estratto dal sesto album Illusion. Brano per definizione (dell’artista) allergico. Grande capacità di estensione vocale. Arguto e struggente. Quasi ipnotico.

6,5/10 Cartier – Medy Inizia con scambi inconsapevoli avvenuti prima di un blitz che hanno poi portato alla detenzione. Personale, ripercorre percorsi di sbagli, sensi di colpa. Deve piacere come genere eh, per carità. Però non è male.

7,5/10 Come Te – Baby Gang Il tema è quello dell’immigrazione, le musiche sono tradizionali, arabeggianti, tribali. Tagliente, minimale,p e che fa riflettere. Poche parole ma ben usate. Il singolo va a concludere la tracklist

8/10 Policlinico – IN6N Ennesima conferma della bravura di questo artista fuori dal comune. Un brano pop punk ma anche un po’ elettronico. Accattivante e toccante. Un brano che lo senti con le viscere, non con le orecchie. Ancora una volta BRAVO!

Lascia un commento

Your email address will not be published.

tre × 1 =