Tra finzione e realtà: il viaggio “Au Cinema” di Peppe Voltarelli

27 Febbraio 2024
PeppeVoltarelli_AuCinema_Videoclip

Come ci si sente ad entrare in un film? Non intendo essere protagonisti di un lungo o cortometraggio, ma proprio entrare all’interno di un film.

Forse è difficile immaginarlo ma si può avere un’idea guardando il video del nuovo singolo di Peppe Voltarelli Au cinema, secondo singolo estratto dal settimo album solista del cantante calabrese La grande corsa verso Lupionópolis (Visage music). Questo di Voltarelli è un disco di ampio respiro culturale perché scritto in dialetto calabrese ma vanta numerose partecipazioni di fama mondiale. La grande corsa verso Lupionópolis infatti, è stato registrato a New York con una band di musicisti americani; la produzione è stata affidata al pianista ed arrangiatore Simone Giuliani (ha collaborato con Bocelli ed Elisa) e registrato nell’East Side Sound Studio da Marc Urselli, vincitore di tre Grammy come miglior ingegnere del suono. Con queste collaborazioni alle spalle, l’album di Voltarelli si è classificato al secondo posto della Targa Tenco 2023 nella categoria “miglior album in dialetto” (categoria vinta dagli Almamegretta).

Tra ironia e poesia, nelle parole di Voltarelli si districa il sogno del cinema vissuto come un bisogno collettivo e spirituale: un bisogno che rappresenta una via di fuga dall’opprimente realtà e permette di immergersi all’interno di un mistico universo parallelo. In questo videoclip, Peppe Voltarelli entra letteralmente in un film alzando il grande schermo di una vecchia sala cinematografica vuota, iniziando così ad interagire con i protagonisti della pellicola. Da questo momento in poi, il mondo si ferma e si accende la fantasia: Voltarelli inizia a riprendere avidamente con la sua Super 8 movimenti, sguardi e sorrisi di un cast di attori che richiamano diverse epoche storiche grazie ai loro costumi e le scenografie. In pochi minuti esplode una festa, il cantante – e con lui lo spettatore – rompe i confini tra realtà e finzione diventando esso stesso parte di un film, richiamando così anche l’esperienza immersiva che la settima arte permette di vivere. L’esilarante conclusione del vivo porta a fare una domanda: dove finisce la realtà ed inizia il sogno?

Il video, diretto da Lele Nucera, è stato realizzato con attori e maestranze della Scuola Cinematografica della Calabria di Siderno e patrocinato dalla Calabria Film Commision, due collaborazioni importanti volte a sottolineare l’unione tra artisti calabresi, uniti con lo scopo di promuovere la creatività della loro terra.

Peppe Voltarelli è in tour in Italia e all’estero per promuovere il suo disco: nel dettaglio l’8 aprile 2024 sarà all’Istituto Italiano di Cultura di Bruxelles (Belgio) ed il 2 maggio al Festival Canzoni & Parole di Parigi (Francia), le date sono in aggiornamento.

Peppe Voltarelli – Au Cinema
Avatar photo

Roberta Matticola

Se fossi una parola sarei 'errare', grazie al suo duplice significato: "1. a. Andare qua e là senza direzione o meta certa [...] 2. a. Ingannarsi in un’opinione, sbagliare in ciò che si crede o si afferma." (Vocabolario on line Treccani). Ed io sono così: cammino tanto fino a consumare suole e commetto troppi errori.

Tra le poche cose certe, c'è il mio costante bisogno di scrivere di musica, in particolare di quella italiana ed emergente.
Poi rido e canto(... male).
Tanto.
E con il tono troppo alto.

"Il dj da una radio mi dice che fa bene cantare: ma chi ha mai saputo cantare?" - ColapesceDimartino: Considera.

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Non perdere

Max Pezzali: la recensione del concerto a Roma

Nessuno come Max Pezzali riesce a raccontare la Generazione X-Y