Al teatro Lo Spazio “A Sciuque’” tra la vita e la ludopatia

17 Dicembre 2023

È proprio nel quartiere San Giovanni al Teatro Lo Spazio che va in scena A Sciuquè, uno spettacolo che vede la regia di Ivano Picciallo e che racconta la vita, dal 14 al 17 dicembre. Infatti, ad attendere il pubblico ci sarà un cast formato da Adelaide Di Bitonto (unica donna del gruppo), Giuseppe Innocenti, Igor Petrotto, Francesco Zaccaro e Ivano Picciallo (nei panni del protagonista Nicola).
Si tratta di uno spettacolo molto attuale, pronto a sorprendere e a far salire sulla giostra ognuno di noi, per far rivivere le proprie esperienze di vita, risvegliando i ricordi dell’infanzia, i nostri giochi preferiti come i “4 cantoni” o a saltare sopra il compagno ad ostacolo, rivivendo quella spensieratezza di un bambino.
Un percorso che si fa sempre più difficile mentre si cresce, quell’amore dove Nicola viene preso in giro perché è innamorato della ragazza del gruppo, il sentimento che matura con gli anni e prende forma, fino alla proposta di matrimonio seguita da balli e canti celebrata dagli amici di sempre.
A Sciuquè è frutto di un lavoro fatto da attori che creano energia, la trasmettono al pubblico che non cessa di mantenere alta l’attenzione che sta lì a vedere cosa succede. Le luci illuminano il palco, ma in particolare il protagonista Nicola, che sembra avere tutto sotto controllo fino a quel “Sei cambiato” detto da sua moglie, il declino, la depressione e la maledetta ludopatia che lo porta pian piano alla rovina.
Quando si è davvero felici? Forse è la domanda che ci si pone vedendo lo spettacolo, perché Nicola sembrava avere tutto, salute, lavoro e famiglia, ora tutto sembra essersi perso dietro ogni singolo giro di “slot machine”, anche i suoi amici e quel “si sistemerà tutto” che sembra essere sempre più lontano, “Lontano dagli occhi, lontano dal cuore”, lontana da lui è sua moglie e sulla traccia “Su di noi” rimane il ricordo dell’infanzia e la chiamata del suo nome “Nicola”, rimane dispersa nel buio più profondo.

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Non perdere

La lucida ossessione di “Anna Cappelli” al Cometa Off

Donna, figlia, sorella, bambola, strega; ingenua, remissiva, pazza, ossessiva; Anna