Il profumo dei Valgesi di Malik Tariq Bashir

“Il Profumo dei Valgesi” verrà editato a giugno 2022 dalla casa editrice Bookabook, startup di un metodo innovativo di pubblicazione che si basa sul crowdfunding. Tale procedimento prevede la possibilità di far interagire in modo attivo scrittori e lettori in una vera e propria sinapsi d’intenti. Solo i libri che raggiungono l’obiettivo di 200 copie pre-ordinate vengono infatti pubblicati.

L’opera è un fantasy con intrecci di romanzo storico concepita dall’autore durante una visita nel 2008 al Castello Aragonese di Ischia. “In tale occasione fui assalito da un terribile senso di arsura e mi chiesi come avrebbe potuto reagire a tale situazione un personaggio dalle connotazioni assai particolari” commenta Bashir.

 Abbiamo intervistato l’autore. Malik Tariq Bashir al suo secondo libro. Il profumo dei Valgesi, quante soddisfazioni le sta regalando questo romanzo?

Ho il dovere di rivolgere tutta la mia gratitudine a coloro che mi hanno sostenuto e dato fiducia prenotando “Il profumo dei Valgesi”: questa è la più grande soddisfazione.

E’ stata già fatta una presentazione del libro anche se non è stato ancora pubblicato. Ci spiega l’iter di questa casa editrice Bookabook?

Più che una presentazione vera e propria, potrei definire l’evento tenutosi al Teatrosophia un’ “anteprima di pubblicazione”. In quell’occasione l’attrice Marta Iacopini ha interpretato alcuni passi del testo e con la psicologa Elisa Della Croce sono stati affrontati alcuni temi legati a degli aspetti onirici della trama. Per quanto riguarda il modus operandi della casa editrice Bookabook, questo si basa su un’iniziale selezione qualitativa e sul successivo avvio di una campagna di crowdfunding, durante la quale il lettore diviene parte integrante del processo.  Si tratta di una sfida sia per gli autori sia per i lettori: da questa interazione scaturisce per i primi la possibilità di raccontarsi ed ottenere un immediato feedback, per i secondi l’opportunità di partecipare attivamente ad un progetto di cui sono parte integrante e testimoni

ben prima che questo venga rilasciato nelle librerie e negli store virtuali.

Lei ha già venduto però tante copie. Una bella soddisfazione

È una bella soddisfazione che si aggiunge a quella che ho quando percepisco l’entusiasmo dei lettori: questo è uno degli elementi chiave che gratifica il lavoro svolto.

Uscirà in estate. E’ una buona occasione per regalare una lettura sotto l’ombrellone. Perchè consiglia il suo libro?

I temi trattati sono attuali: la paura del diverso si pone sempre come spunto di riflessione, anche qualora ritenessimo di esserne immuni. C’è inoltre una popolazione misteriosa che declina il proprio pensiero in modo davvero singolare. Nella speranza che la situazione pandemica possa migliorare, l’augurio è quello di poterlo leggere in riva al mare.

Ci racconta in breve la storia?

La protagonista, Viriginia Maltesi, si troverà a dover affrontare un viaggio ostico e pieno di pericoli. Allo scoccare dell’ora più buia dovrà fronteggiare i propri fantasmi, giunti da un mondo non troppo lontano.

Ha in mente un nuovo romanzo?

Vorrei sviluppare due progetti ma è prematuro parlarne. È un po’ come organizzare un pranzo: prima bisognerà confezionare le pietanze e, una volta seduti a tavola, si potrà parlare del sapore, della fragranza e della qualità del cibo. Quello che posso dire è che cercherò di muovermi su terreni per me nuovi.

Lascia un commento

Your email address will not be published.

8 + 7 =