“Scuola di Danza-I ragazzi dell’Opera”. Dal 21 aprile la vita dei giovani ballerini del Teatro dell’Opera diventa una docuserie su RaiPlay.

Sognano di ballare sulle punte da quando sono bambini inseguendo le proprie aspirazioni: raccontano a trecentosessanta gradi la vita di un giovane danzatore allievo di una scuola professionale senza tralasciare il lato umano della loro adolescenza. Sono i giovani allievi dell’Opera di Roma i protagonisti di Scuola di Danza – I ragazzi dell’Opera, in esclusiva su RaiPlay dal 21 aprile con i primi tre episodi.
Il prodotto è ideato da Riccardo Brun, Paolo Rossetti, Francesco Siciliano e prodotto, in collaborazione con il Teatro dell’Opera di Roma, da Panamafilm per RaiPlay.

La docuserie, in 12 puntate rilasciate in quattro appuntamenti settimanali, presenta i ragazzi che studiano alla Scuola di Danza del Teatro dell’Opera di Roma, una delle più prestigiose del nostro paese. Sono ballerini che arrivano dall’Italia ma anche dall’estero, tutti mossi dal sogno di diventare étoile del balletto. Insieme si scambiano il sudore per raggiungere i propri obiettivi e vivere della loro passione per la danza, raccontano le loro fatiche quotidiane ma anche tutta la bellezza della loro giovinezza tra amori, amicizie, gioie e dolori, fatiche, delusioni, successi ed emozioni.


“Siamo molto felici di raccontare la passione, il coraggio e i passi di danza di questi giovani che lasciano così presto le loro famiglie, le loro città, per approdare a Roma, guidati dal talento e dalla passione…” -sottolinea Elena Capparelli, Direttrice di RaiPlay e Digital- “…un ritratto colorato e denso di emozioni, una generazione che davvero siamo orgogliosi di ospitare su RaiPlay.”
Oltre ai giovani ballerini allievi della Scuola di Ballo del prestigioso teatro romano, protagonisti della docuserie sono anche le loro famiglie, nonché i maestri della scuola insieme alla direttrice Laura Comi. Il prodotto è la fotografia di un percorso di formazione della propria identità e dalla necessità di trovare il proprio ruolo nel mondo della danza in cui si rispecchieranno sicuramente tantissimi giovani ballerini.

Lascia un commento

Your email address will not be published.

due × 5 =