Rebel Moon e l’universo non convincente di Zack Snyder

21 Dicembre 2023

Dopo la sua ultima fatica, Army of the dead (2021), Zack Snyder torna dietro la macchina da presa con Rebel Moon Parte 1: Figlia del fuoco targato Netflix che uscirà sulla piattaforma il 22 dicembre 2023.

Il film ci porta in un universo lontano dove la giovane Kora (Sofia Boutella) vive in un villaggio che un giorno viene attaccato dall’ammiraglio Noble (Ed Skrein) e dai suoi soldati provenienti dal Pianeta Madre. Da questo momento Kora e l’amico Gunnar (Michiel Huisman) partiranno alla ricerca di combattenti forti disposti a liberare la loro terra e l’intero universo dall’oppressione del Pianeta Madre. Il tutto si potrebbe quindi riassumere in ribelli che vogliono riprendersi la propria libertà e sconfiggere chi per anni li ha schiavizzati, torturati e uccisi. Niente che, nel genere fantasy e fantascientifico, non sia già stato affrontato.

Cr. to Netflix, Grand Electric, The Stone Quarry

Quando ci si ritrova a lavorare su storie che in un modo o nell’altro sono già state trattate bisognerebbe trovare un espediente, un’intuizione che renda particolare e accattivante tutto il film, purtroppo però Snyder non ci è riuscito: Rebel Moon è lento, troppo denso di informazioni e personaggi che però non sono caratterizzati bene e non arrivano al pubblico. Anche dal punto di vista tecnico ci sono momenti in cui gli effetti speciali sono realizzati male con la conseguenza che gli elementi creati al computer sembrano finti e poco realistici, non si mimetizzano con tutto quello che c’è intorno.

Un cast stellare, composto da -oltre ai tre sopracitati- Charlie Hunnam, Djimon Hounsou, Bae Doo-Na, Ray Fisher, Staz Nair e Jena Malone, che non spicca nel mondo di Rebel Moon. Nonostante il loro potenziale i vari personaggi non vengono caratterizzati approfonditamente e lasciano il pubblico indifferente. La stessa protagonista ha una storia interessante che non viene utilizzata bene poiché alla fine il suo personaggio risulta piatto.

Se queste cose verranno approfondite nella seconda parte non lo sappiamo, quello che è certo è che Rebel Moon non è niente di che; è un film che potrebbe piacere agli appassionati del genere e di Snyder ma di certo non una storia in grado di far appassionare anche chi della fantascienza non è innamorato. Una storia che non regala niente di nuovo, un film denso di vicende che però, alla fine dei conti, non arrivano a nulla e servono solo per introdurre la seconda parte.

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Non perdere

Attenberg di Athina Rachel Tsangari

Si aggiudica la Coppa Volpi per la Miglior Interpretazione Femminile