Un anno nuovo oltre… tutto!

30 Dicembre 2023

ἰοίην : che io possa andare oltre!


Ultimi giorni dell’anno, classiche ore di bilanci, resoconti, buoni propositi, sogni, progetti.

Quel tipico clima di tensione tra ciò che è stato e quel che sarà. Tra certezze e incertezze, consapevolezze e possibilità. Cose perse e altre da raggiungere.

Ed ecco che spuntano ovunque elenchi dei migliori momenti dell’anno, dei migliori spettacoli, film, concerti visti. E così dei peggiori.

Seguite da altre di eventi, film, spettacoli in arrivo. L’anno che verrà carico di aspettative.

Noi di Banquo non siamo soliti compilare liste, poiché tutto ciò che abbiamo visto, di cui abbiamo scritto, tutto ciò che abbiamo incontrato, nel bene o nel male, ci ha nutrito, forgiato, rafforzato. Ci ha reso ciò che siamo oggi e ha posto le basi per ciò che faremo domani.

È sempre difficile dover lasciare andare… anni, mesi, giorni, situazioni, emozioni, luoghi, persone, film, concerti, spettacoli, convinti che si perda tutto ciò che si ha avuto o sfiorato. Invece, lasciare andare è la forma naturale delle cose … tutto scorre, fluisce, cambia! Costantemente. 

Una cosa fondamentale che ci insegna il teatro, e sui cui mi ha fatto riflettere uno spettacolo preziosissimo a cui ho avuto la fortuna di lavorare proprio quest’anno ( Diario di Lina della Compagnia Teatrodilina), è il concetto di “lasciare andare”. Ogni sera, ogni spettacolo esiste in quel lasso di tempo in cui è in scena, e così i suoi personaggi, la sua storia, le sue dinamiche. Poi quando si spengono le luci tutto svanisce per poi ricominciare le sera dopo, sempre uguale, sempre diverso. Si era insieme, si torna soli.

Il teatro esiste qui e ora, proprio come l’esistenza. La vita è qui, è adesso. È stare con gli altri e in armonia con se stessi.

Importante e ‘ imparare a lasciare andare e lasciarsi andare, consapevoli che le cose importanti restano e resteranno, altre torneranno, alcune sono perse per sempre, altre si trasformano, come noi del resto. E l’arte, in questo caso la scrittura, il cinema, il teatro, l’informazione hanno il compito di alimentare e contribuire a formare l’alfabeto dei nostri sentimenti, aiutarci a codificare le nostre emozioni, elaborarle, assimilarle. Comprenderle. Trasformarle in gesti, azioni, pensieri. A pre-sentire, a guardare e sentire con il cuore … dentro di noi e lontano.

L’augurio per questo anno che verrà è che si possa andare oltre… oltre le apparenze, oltre la forma, oltre gli ostacoli, oltre le ingiustizie, oltre i limiti, oltre le aspettative , oltre le paure, oltre l’odio, oltre gli errori, oltre il tempo, oltre lo spazio. 

Oltre… tutto … proprio come fa l’arte!

2023 sei stato prezioso… ti lasciamo andare! Buon 2024!

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Non perdere

Vivere è come volare

Tra la frenesia, la moltitudine di eventi e impegni in