Music Pride: Various Voices per la prima volta in Italia!

12 Giugno 2023

di Emiliano Metalli

Giugno è il mese del Pride. Un mese di marcia e di lotta, di cultura e di politica, di discorsi pubblici e riflessioni private. La musica, come il teatro, il cinema e l’arte, è un veicolo potente e portentoso di cambiamento e di combattimento (civile, ça va sans dire) e Cromatica, l’associazione nazionale dei Cori LGBTQ+ italiani che coordina da anni ormai eventi su scala nazionale per unire musica e lotta, lo sa bene. Altrettanto bene lo sanno i cori che, da quasi vent’anni, impiegano l’armonia e la melodia per affermare una lunga lista di diritti alla libertà e alla felicità.

Questa volta, più che in altre occasioni, c’è bisogno di alzare il volume contro chi alcuni diritti vorrebbe negarli o, peggio, ignorarli, svilirli, calpestarli. Negare un diritto, infatti, è un atto ingiusto, ma contro il quale ci si può (e ci si deve) battere apertamente, ma la strategia subdola e miope di una certa politica attuale è quella di operare dall’interno, sabotando eventi e manifestazioni, ignorando reali necessità come se fossero capricci e non urgenze civili, sociali e umane, infine svuotando un ruolo fondamentale della politica: la tutela della cittadinanza e, soprattutto, il dialogo.

Non è facile, allora, reagire a posizioni incoerenti – basti pensare ai patrocini negati ai Pride – con i mezzi a disposizione. Mezzi che presuppongono la voglia di dialogare, appunto, di confrontarsi e costruire insieme un cammino condiviso. Impossibile o quasi visti gli interlocutori. Ma la lotta non si ferma comunque. Quest’anno, quindi, più che in altri anni è doveroso alzare il volume!

Anche per questo i cori LGBTQ+ provenienti da tutto il mondo si troveranno a Bologna – una meta non casuale se si va a ritroso nella storia della Comunità – dove da mercoledì 14 a domenica 18 si svolgerà per la prima volta nel nostro Paese VARIOUS VOICES.

Creato da LEGATO (associazione europea di cori LGBTQ+) e organizzato dall’associazione di promozione sociale Aulos, in collaborazione con Komos Aps, per conto di Legato Choirs, con una storia lunga 35 anni, 15 differenti edizioni, più di 100 cori arrivati da 19 nazioni e 2700 delegati VARIOUS VOICES è il principale festival internazionale dei cori LGBTQ+. Un evento non competitivo che si tiene ogni 4 anni in una diversa città europea.

L’obiettivo primario del festival è diffondere – attraverso la musica – messaggi, richieste, bisogni e istanze della comunità LGBTQ+, per promuovere una società più accogliente e inclusiva.

VARIOUS VOICES quest’anno coinvolgerà più di 3500 coristi, per un totale di 105 cori da 20 nazioni provenienti dall’Europa e da tutto il mondo in 5 giornate piene di musica e spettacoli nella città di Bologna. Il festival toccherà alcuni luoghi simbolo della città: Piazza Maggiore (che ospiterà il Gran Galà del 16 giugno), Teatro Auditorium Manzoni, Arena del Sole, Teatro Duse, Oratorio San Filippo Neri, DumBO – VV Village (nel quale si terranno le cerimonia di apertura e chiusura del festival), MAMbo – Museo d’Arte Moderna di Bologna e Museo e biblioteca internazionale della musica di Bologna.

Un grande arcobaleno musicale: ogni zona della città “prenderà colore” e rappresenterà le bellezze e le diversità.

I cori, veri protagonisti di questo Music Pride, si esibiranno al Teatro Auditorium Manzoni, all’Arena del Sole e all’Oratorio San Filippo Neri e al Teatro Duse tutti i pomeriggi dal 14 al 17 giugno, ma anche al MAMbo – Museo d’Arte Moderna di Bologna, al Museo della Musica e in altri luoghi all’aperto della città, secondo una tradizione ormai consolidata anche dal Festival di Cromatica per il coinvolgimento di tutta la cittadinanza.

Il Gran Galà di venerdì 16 sarà trasmesso in diretta sui canali di TRC Emilia-Romagna e in diretta streaming su www.bolognaindiretta.it

Grazie a un lungo elenco di sostenitori, il festival garantisce la partecipazione anche ai cori in difficoltà economica e sociopolitica. Quest’anno i costi per la presenza dei cori Qwerty Queer di Odessa, che si esibirà anche domenica 11 giugno in Piazza Maggiore, e Queer Essence di Kharkiv sono supportati dal contributo dell’ 8×1000 della Chiesa Valdese.

Come prequel del festival, inoltre, il 12 e il 13 giugno a Torino, Milano, Bergamo, Padova, Firenze, Perugia e Roma si terrà il Various Voices Italy Tour.

A Roma, in particolare, il 13 giugno alle 20.30 quattro cori eccezionali si esibiranno insieme nella magnifica cornice della Casa internazionale delle donne: il Roma Rainbow Choir, il Parruccoro, il Coro Sud Africano Johannesburg Queer Chorus e il Sincoro!

Un’esperienza musicale unica, ricca di emozioni e armonia per costruire ponti, abbattere pregiudizi e celebrare la bellezza dell’autenticità.

L’hashtag ufficiale della manifestazione è #ISingWhatIAm.

Per tutti gli aggiornamenti: https://www.cromaticalgbt.it/various-voices/

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Non perdere

Max Pezzali: la recensione del concerto a Roma

Nessuno come Max Pezzali riesce a raccontare la Generazione X-Y