Il Premio Roma Danza compie venti anni e torna in presenza dopo due anni online

Il celebre Concorso Internazionale Premio Roma Danza dedicato alla coreografia e alla video danza torna sul palcoscenico dell’Accademia Nazionale di Danza di Roma per la sua ventesima edizione.

La Direttrice dell’Istitututo di Alta Cultura capitolino, la Prof.ssa Enrica Palmieri, ha dato il via alle danze già nella conferenza stampa di presentazione dello scorso 27 giugno, attendendo il ritorno del premio in presenza, dopo ben due edizioni online a causa della pandemia, con parole piene di passione: «Il Premio Roma Danza rappresenta una reale opportunità per tutti quei giovani talenti che utilizzano il movimento e il corpo come strumento per veicolare le emozioni. Un’opportunità è tale quando diventa sostenibile, quando diventa un’occasione alla portata di tutti e non solo il privilegio di pochi»

Il Concorso, patrocinato dal Comune di Roma – Assessorato alla Cultura, si svolge come di consueto dall’8 al 12 luglio; due le sezioni di quest’anno: coreografia e video danza, per un’edizione che festeggia questo importante traguardo tra tradizione e innovazione. Oltre al sostegno del Ministero della Cultura (MIC), la XX edizione del Premio continua a vedere tra i sostenitori la Fondazione Cuomo, sponsor ufficiale del Concorso dal 2019. Un altro prezioso apporto arriva anche dalla Fondazione dell’Accademia Nazionale di Danza (FAND), destinando alcuni premi agli studenti più meritevoli dell’AND.

Il Premio Roma Danza sarà di nuovo accolto dal palcoscenico del Teatro Grande dell’Accademia Nazionale di Danza, per la parte di coreografia, divisa tra gruppi assoli, mentre dal Teatro Ruskaja per la video danza, quest’ultima articolata in tre sezioni, rispettivamente Dance MoviePublished Dance Production e SmARTphone Dance

A valorizzare i legami con il territorio è anche l’esperienza con i municipi con il Premio Speciale video danza “Roma Capitale” attraverso cui si è voluto dare un’opportunità anche ai giovani che abitano la città eterna per raccontare e valorizzare – con opere multimediali e video narrazioni – il proprio territorio e «la danza degli abitanti», come ha ancora affermato la Direttrice. Si è scelto poi di non abbandonare l’esperienza in digitale di questi ultimi due anni in modo da permettere così anche al pubblico a distanza di seguire le fasi del Premio con dirette streaming e live view sui canali ufficiali dell’AND (Facebook e YouTube).

Come sempre il Premio spicca per la sua giuria (quest’anno doppia) di fama internazionale presieduta per la coreografia da Shaun Parker, pluripremiato coreografo australiano, e per la video danza da Adriano De Santis, Direttore del Centro Sperimentale di Cinematografia. Tra gli altri giurati troviamo per la coreografia la giornalista Donatella Bertozzi, l’artista visivo Alfredo Pirri, la coreografa Nawel Skandrani, e la danzatrice e coreografa haitiana Kettly Noël, mentre per la video danza a giudicare i lavori in concorso saranno il professionista nel campo dell’immagine Italo Pesce Delfino e il ricercatore cinematografico Elie Yazbek.

Quest’anno il Premio ha dovuto prevedere anche una riapertura straordinaria della CALL a causa delle recenti restrizioni tuttora in vigore nella Repubblica Popolare Cinese che non hanno permesso ai meritevoli candidati asiatici selezionati di essere fisicamente a Roma per presentare i propri lavori. La Direzione, in accordo con il comitato artistico, ha così decretato di far partecipare i coreografi provenienti dalla Cina con le sole opere video per concorrere comunque al premio della giuria popolare.

Le semifinali si svolgeranno con performance dal vivo e le proiezioni delle opere di video danza nelle giornate del 9 e 10 luglio, a seguire (11 luglio) la finale di tutte le sezioni, compresa la parte dedicata al Premio Capitolino. I nomi dei vincitori saranno proclamati durante il Gala del 12 luglio serata che, come da tradizione, sarà condotta dalla critica di teatro e danza, divulgatrice e saggista Rossella Battisti. Tra gli ospiti alla serata di gala del Premio Roma parteciperanno la Banda dei Carabinieri, il danzatore tunisino Hamdi Dridi, già vincitore del Premio Roma 2018, il Ballet Folklorico Mexicano Los Rancheros de Susana Moraleda offerto dall’Ambasciata del Messico di Roma.

I vent’anni del Premio Roma rappresentano un importante traguardo per l’Accademia Nazionale di Danza, in un momento storico in cui lo spettacolo ritorna in presenza senza il solo filtro dello schermo che ci ha tenuto distanti in questi anni di pandemia.

Lascia un commento

Your email address will not be published.

3 × 5 =