“Omicidio all’Horror show” di Mazzucco: alla ricerca dell’assassino

16 Maggio 2024

Sei finali diversi, tre possibili linee narrative, un omicidio con vittime sempre diverse: a costruire lo storytelling dello spettacolo Omicidio all’Horrow show di Chiara Fiorelli, andato in scena al Teatro Nino Manfredi, con Gianfranco Phino, Olimpia Alvino, Demian Aprea, Chiara Fiorelli, Marco Giandomenico, Fabio Orlandi, Dario Panichi, Alina Person, Roberta Pompili, Marco Pratesi e la regia di Gabriele Mazzucco, è il pubblico stesso, chiamato, con alzata di mano, a scegliere la direzione da far prendere al racconto che più preferisce.

Senza rivelare troppi dettagli, ci limitiamo brevemente a presentare la trama che ruota attorno alla misteriosa morte di uno dei componenti di un gruppo di individui legati allo spettacolo dell’Horror show. Ciò che segue è un intricato intreccio di sospetti, alibi fasulli e rivelazioni che coinvolgono lo spettatore, munito di una scheda con i nomi e il ruolo di ogni personaggio, e lo rendono soggetto attivo della rappresentazione, incoraggiato a esaminare le prove, a seguire le piste e a formulare le proprie teorie su chi possa essere il colpevole, attraverso interazioni dal vivo e momenti di improvvisazione

Ogni membro del cast porta con sé un bagaglio di segreti e motivazioni nascoste, alimentando il sospetto e l’incertezza. Dal regista con un oscuro passato al misterioso assistente che sembra sapere più di quanto riveli, ogni personaggio contribuisce al crescendo di suspense che culmina nell’inaspettato finale, sebbene la fluidità dell’animazione trova ostacoli nella recitazione a tratti meccanicamente scolastica della parte attoriale femminile, sostenuta dalla comica vivacità della corrispettiva parte maschile.

Il teatro è sempre stato un luogo in cui il mistero e la suspense trovano vita propria, incantando e intrattenendo il pubblico con trame avvincenti e personaggi eccentrici. Mazzucco rispetta questa tradizione immergendo gli spettatori in un labirinto di enigmi, colpi di scena e partecipazione; proponendo una fusione tra delicato thriller e teatro dell’assurdo.

Omicidio all’Horrow show si presenta esteticamente ben costruito su giochi di luce e performativamente curato dalle coreografie di Giulia Colombo; un originale spettacolo godibile per ogni età.

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Non perdere

Gender Games: costruire una nuova visione del mondo

di E. Metalli Assistere a Gender Games senza il momento