I laureati: Leonardo Pieraccioni non chiude le porte al sequel

17 Gennaio 2024

In occasione della conferenza stampa tenutasi al cinema Adriano di Roma di Pare parecchio Parigi, Leonardo Pieraccioni si è soffermato qualche minuto a parlare di un possibile sequel de I laureati, che il prossimo anno compirà trent’anni.

Non sono in pochi quelli che vorrebbero sapere come prosegue la storia dei quattro trentenni (Leonardo Pieraccioni, Rocco Papaleo, Massimo Ceccherini e Gianmarco Tognazzi) privi di prospettive future visto che quel film è ancora oggi ricordato con affetto e simpatia. «È chiaro che quando dico: ‘Oddio, I laureati, sono passati 30 anni, chissà hanno fatto’, significa che, qualora ci dovesse mai venire un’idea per raccontare di nuovo quei personaggi, non sarebbe male fare un nuovo film. Nel primo i protagonisti avevano 29 anni, dovevano prendere una posizione nella vita e sentivano che sarebbe stata una responsabilità eccezionale. Adesso che siamo tutti vicini alla pensione, potrebbe essere curioso farsi venire in mente qualcosa, ma intanto vediamo come va Pare parecchio Parigi», ha detto Leonardo Pieraccioni in conferenza stampa.

Pieraccioni inizialmente non voleva nemmeno dirigere il lungometraggio del 1995 visto che si sentiva ancora inadatto, ma il produttore Mario Vittorio Cecchi Gori lo persuase dicendogli che un regista doveva fare solo due cose, saper fare una bella inquadratura totale e un primo piano. Non c’è stata scelta più saggia di quella dato che quel film ha dato un inizio perfetto alla carriera del comico toscano, consacrata poi l’anno dopo con Il ciclone.  

Sul suo nuovo lavoro, liberamente ispirato a una storia vera e in uscita il 18 gennaio al cinema, l’autore ha invece dichiarato: «È un film sulla famiglia. Alla soglia di quasi 60 anni ho deciso di raccontare in maniera più analitica la famiglia nei non detti, nelle acredini che ogni tanto diventano veramente troppo importanti quando in realtà in dodici ore si può risolvere una vita».

Avatar photo

Jacky Debach

Isac Jacky Debach nasce a Roma il 30 gennaio 1994. Ha conseguito la laurea triennale in Comunicazione pubblica e d'impresa presso La Sapienza e la laurea magistrale in Cinema, televisione e produzione multimediale presso l'Università degli Studi Roma Tre (DAMS). Ha lavorato come redattore per Cosanepensate.it, come account commerciale per la ME Production SRL e ha collaborato con Madmass.it, Metropolitan Magazine.it e Recensito. Attualmente gestisce la pagina social Cinefusi.it e sta frequentando il Master di primo livello in critica giornalistica presso l’Accademia Nazionale d’Arte drammatica "Silvio d’Amico". Amante del cinema, della musica, della serialità televisiva e del calcio.

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Non perdere

UNO SGUARDO SU “LAND OF BAD”

Reduce dalla simpatia che provo per Russel Crowe, ospitato con