It’S A DREAMWORLD : tutto esaurito al Mattatoio

16 Ottobre 2023

Il 15 ottobre presso il Mattatoio di Roma nell’ambito del Romaeuropa Festival è andato in scena alle 18 It’S A DREAMWORLD . Il progetto è stato ideato dal trentacinquenne Gabriele Paupini (di seguito, la nostra intervista a Gabriele Paupini: https://www.banquo.it/teatro/2023/10/11/its-a-dreamworld-lintervista-a-paupini), vincitore di Vivo d’arte 2023 (il premio per le discipline del teatro, della musica e della danza contemporanee, riservato a giovani artisti di nazionalità italiana residenti stabilmente all’estero e promosso dal Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale) nonché fondatore e co-fondatore del collettivo artistico transdisciplinare Kollectif Hors Zone di Montpellier. Lo spettacolo ha incluso diverse discipline, diversi paesi d’origine (Italia, Francia, Turchia e Colombia) e diversi percorsi migratori (dall’Italia alla Francia e alla Spagna, dalla Turchia e dalla Colombia alla Francia).

It’S A DREAMWORLD, pertanto, non è altro che uno spettacolo generato da una scrittura collettiva che ha visto partecipare diverse discipline e paesi con l’obiettivo di rapportarsi con la città ideale. Le azioni e le parole dei performer si fondono per plasmare un ritratto di alcune metropoli europee: Roma, Barcellona e Parigi. Tuttavia, visto che necessitiamo di riappropriarci dell’utopia per immaginare un domani migliore e dal momento che siamo a metà tra la prima generazione ad aver avuto accesso fin da giovanissimi al web 2.0 e quella successiva, nata “nel” web 2.0, questa riflessione crescerà intorno e insieme alla coscienza di vivere un’era digitale. Per tale motivo, la quarta “metropoli” attorno cui gira il progetto è il Metaverso.

Iniziato alle 18:09 e finito un’ora dopo, It’S A DREAMWORLD ha fatto il tutto esaurito ospitando persone dall’età media di 40-50 anni. Uno spettacolo complesso, articolato e mesto, all’interno del quale ogni performer si prende il proprio spazio intimo per dare voce alla propria alienazione a causa dell’anima duplice della metropoli, che può rivelarsi sia protettiva che pericolosa. Il lampo di genio di Gabriele Paupini arriva improvvisamente quando It’S A DREAMWORLD si trasforma temporaneamente in uno spettacolo da Broadway, con Nicola Sorrenti in veste di cantante e dietro tre ballerine di origini diverse, Marianna Arbia, Olga Narli e Astrid Dusuzeau, che lo circondano creando un vortice culturale unico.

Nonostante lasci un po’ con l’amaro in bocca aver assistito a una meraviglia del genere solo per pochi minuti visto che alla lunga lo spettacolo diventa monotono e ripetitivo, It’S A DREAMWORLD nella sua complessità riesce a essere malinconico come voleva il suo autore. Gli interpreti non hanno mai smesso mai di incrociare con occhi rassegnati e tristi lo sguardo del pubblico, creando un legame breve ma intenso. I lunghi applausi finali fanno presagire e sperare in un grande passaparola.

Testi: Marianna Arbia, Astrid Dusuzeau, Juan Pablo De La Rosa, Olga Narli, Gabriele Paupini, Nicola Sorrenti, Francesca Zerilli

Drammaturgia e Regia: Gabriele Paupini

Regista Assistente: Irem Tasdan

Con: Marianna Arbia, Astrid Dusuzeau, Olga Narli, Nicola Sorrenti

E con la partecipazione di: Anna Capitani, Sabatino Fulgenzi

E la partecipazione in video di: Matilde Cucchi

Scenografia Virtuale: Juan Pablo De La Rosa

Scenografia: Axelle Paris

Light Designer: Francesca Zerilli

Costumi: Noémie Roturier e Irem Tasdan

Video: Mert Kaya

Organizzazione e Produzione: Axelle Paris

Produzione: Kollectif Hors Zone

Produzione Delegata: J’aime Beaucoup Ce Que Vous Faites

Avatar photo

Jacky Debach

Isac Jacky Debach nasce a Roma il 30 gennaio 1994. Ha conseguito la laurea triennale in Comunicazione pubblica e d'impresa presso La Sapienza, la laurea magistrale in Cinema, televisione e produzione multimediale presso l'Università degli Studi Roma Tre (DAMS) e il diploma di Master in Critica giornalistica presso l'Accademia Nazionale d'Arte Drammatica "Silvio d'Amico". Ha lavorato come redattore per Cosanepensate.it, come account commerciale per la ME Production SRL e ha collaborato con Madmass.it, Metropolitan Magazine.it e Recensito. Attualmente gestisce la pagina social Cinefusi.it e lavora come social media manager. Amante del cinema, della musica, della serialità televisiva e del calcio.

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Non perdere

Gender Games: costruire una nuova visione del mondo

di E. Metalli Assistere a Gender Games senza il momento