REF 2023, Cavea in estasi per la world techno di Jeff Mills

15 Settembre 2023

Trascendenza mentale, movimento istintivo degli arti. Pubblico che abbandona le sedie, si alza, si scatena, il ritmo è irresistibile. Quello celebrato martedì 12 settembre, a Roma, alla Cavea dell’Auditorium Parco della Musica, è stato un rituale collettivo. Dal titolo “Tomorrow Comes The Harvest”, evento in data unica inserito nella programmazione di Roma Europa Festival 2023.

Edizione numero 38, appuntamento irrinunciabile del palinsesto eventi capitolino. Ancor più longeva la carriera delle leggende disposte sul palco a descrivere un ferro di cavallo: Jeff Mills, di ritorno nella Capitale, Jean-Phi Dary e Prabhu Edouard. Drum machine, campionamenti, tastiere, un pianoforte a coda, bongos, tabas. Psichedelia fatta di assoli e volteggi, ma anche un unico organismo vibrante impreziosito dalle mani fatate dello special guest Raffaele Attanasio. Un pezzo di Napoli e di Italia, pianista sopraffino, inserito in un concerto di world music, funky, house e techno, sonorità che datano dagli anni ’70 ad oggi ma che si mischiano anche con i suoni primitivi di vite allo stato brado. Un progetto, Tomorrow Comes The Harvest, che il DJ e produttore Mills ha costruito in onore al compianto Tony Allen, batterista nigeriano e sommo esponente dell’afro beat,

Tanta fisicità, dalle postazioni degli artisti, provenienti da galassie differenti, seduti o in piedi e fermi ma nel contempo in grado di scatenare ondate di suoni che hanno mandato in visibilio i circa 2000 presenti. Impianto luci dai colori variegati e sapientemente alternati, a rafforzare una condizione di sospensione estatica rispetto al contesto, all’ordinario. Due ore di sonorità profonde e rotonde, con spazio anche per l’improvvisazione e qualche battuta rilasciata nell’aria dall’effervescente “Mills”, che fu fondatore – lo ricordiamo – della second wave della Detroit Techno.

Mills, lo confermiamo, di geniale ha davvero parecchio, e di energia ancora da vendere. Merce rara.

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Non perdere

L’elettro-house della musica e dei ricordi: “House” e Jomoon a Entrature>Sonore

House, “casa” in inglese. Questo termine però indica anche un