A Teatro India la decima edizione di IF

11 Settembre 2023

E sono dieci, le edizioni di IF/Invasioni (dal) futuro_Dark Ages, il progetto multidisciplinare firmato dalla Compagnia La Casa di Argilla. Dal 28 agosto al 3 settembre, gli spazi sempre suggestivi del Teatro India a Roma hanno offerto scenario per un focus a 360 gradi sui temi sempre più contemporanei della fantascienza. In realtà, questa volta si è assistito ad un (riuscito) cambio di rotta, muovendo dall’orizzonte della fantascienza classica verso narrazioni ibridate e non convenzionali. Antropologia, scienze applicate e storia, realtà e prospettive misteriose che forse, almeno in qualche manifestazione, sono già realtà viva. Progetto realizzato insieme ad Ars Ludi e con il sostegno del Teatro di Roma.
Spettacoli multimediali e melologhi sci-fi, laboratori, un’istallazione/performance musicale, e ancora video istallazione multimediale, una conferenza di filosofia, una biblioteca condivisa e un palinsesto radiofonico.
Tanti e diversi linguaggi, artistici e di comunicazione, territori di confronto e molto entusiasmo.

Tre gli spettacoli proposti in scena dalla Casa di Argilla per sei serate da tutto esaurito.
“L’Ombra dello scorpione”, per iniziare, tratto dal classico di Stephen King, e due anteprime nazionali: “Consigli per sopravvivere in natura”, orchestrate intorno al degenerare della conoscenza umana, al sopruso e alla violenza, alla mescolanza tra differenti specie, alla rigenerazione di organismi e sistemi. Quattro madri della fantascienza, scrittrici e attiviste, sono le autrici di queste distopie estreme che sfiorano un orrore tutto umano. Attesissimo anche “Fahrenheit 451″, testo di Ray Bradbury, classico del realismo distopico del Novecento, meta-lettura sul ruolo dei mass-social-media e opera estremamente attuale sulla libertà dell’individuo e il diritto alla noia, a un tempo libero inteso come pensiero senza scopo materialmente costruttivo.

Regia firmata dalla coppia Lisa Ferlazzo Natoli Alessandro Ferroni, adattamenti di Roberto Scarpetti, paesaggi sonori affidati a Ferroni, Gianluca Ruggeri e Fabio Perciballi, gli ambienti visivi – davvero ben riusciti – di Maddalena Parise, i costumi di Camilla Carè. Sul palco gli attori Lorenzo Frediani, Arianna Gaudio, Silvio Impegnoso, Fortunato Leccese, Anna Mallamaci, Emiliano Masala, Giulia Mazzarino, Paolo Minnielli, Alice Palazzi, Stefano Scialanga, Roberta Zanardo. Musiche eseguite in live da Gianluca Ruggeri e Alessandro Ferroni, Ivano Guagnelli, Fabio Perciballi, Gianfranco Vozza, Carol Di Vito.

Molto apprezzata anche l’istallazione “Troxler’s fading”: una teca, un proiettore e uno schermo sul quale vengono proiettate scritte e immagini, elementi narrativi a interagire in modo fantasioso, a tratti psichedelico, con il pubblico.

Una menzione meritano anche i numerosi laboratori di alta formazione proposti tra le sale dell’India: “Piccola Bottega 2324, per autori teatrali e drammaturghi; “Echoes”, workshop di sound design teatrale; “Vietato entrare” per attori, performer, musicisti e artisti, ispirato alla scrittura di Shirley Jackson.

L’appuntamento con IF è per l’edizione 2024.

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Non perdere

Top girls: le parole di Caryl Churchill suonano attuali e urgenti

di Emiliano Metalli Arriva in scena al Teatro Vascello il